Taormina Arte questa sera alza il sipario

Rodolfo Di Giammarco in La Repubblica, 22 luglio 1995

«Taormina Arte ’95» apre oggi. In dimensioni un po’ ridotte. Con lievi slittamenti o rinvii al dopo-estate, come è accaduto per la sezione Video a cura di Valentina Valentini. Per ora il festival si avvale solo dei finanziamenti degli enti locali, e ad alimentare i fondi provvedono il Comune di Taormina, la Provincia e il Comune di Messina, e il Dipartimento dello Spettacolo. Un totale di circa 3 miliardi. Non si potrà attingere in tempo a una quota-parte dello stanziamento regionale pluriennale già deliberato, ammontante a 6 miliardi. La sezione Prosa diretta da Giorgio Albertazzi, prende il via con 20 giorni di ritardo sul previsto, e alcuni spettacoli non più inclusi faranno parte di una mini-rassegna battezzata “Messina Autunno”. La 41a Rassegna Cinematografica Internazionale di Messina e Taormina diretta da Enrico Ghezzi avrà luogo dal 28 al 30 luglio. Dopo le dilazioni politico-amministrative della Regione che ha poi attribuito una non semplice facoltà erogatrice all’Azienda di Soggiorno di Taormina anziché al Comitato del Festival (su cui gravano indagini in corso per gli anni scorsi), Albertazzi è uscito piuttosto bene dall’impasse, malgrado il pericolo di un cartellone molto falcidiato o addirittura annullato. Lui stesso inaugura la manifestazione, al Teatro Antico, in un nuovo allestimento di Le memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar, con la regia di Scaparro. Anna Proclemer e Fiorenza Marchegiani saranno le uniche interpreti di Preferirei di no, una novità di Antonia Brancati (figlia della Proclemer) che con la regia di Piero Maccarinelli è in programma, domani e dopodomani, al Palazzo dei Congressi. Uno sguardo dal ponte di Miller con Michele Placido diretto da Teodoro Cassano è atteso il 25 al Teatro Antico. Uno, nessuno e centomila di Pirandello, testo di Giuseppe Manfridi, protogonista Flavio Bucci con regia di Marco Mattolini, avrà il suo battesimo al Palazzo dei Congressi il 26/7. Nella stessa sede, il 25, Bianca Toccafondi e il Centro Studi Spettacoli di Lucca daranno vita a Inaugurazione di Rosso di San Secondo e a un adattamento de La tenda di D’Annunzio. E poi Femina ridens di Giuseppa Fava con Ida Di Benedetto e Pippo Pattavina diretti da Marco Parodi il 30-31/7, Schopenhauer’s song di Manlio Sgalambro per Alfonso Santagata il 2/8, Il girifalco dell’harem di Alberto Bassetti con Giuseppe Pambieri diretto da Albertazzi il 3 e 5/8, La lunga notte di Medea di Alvaro con Vertova-Giusti-Siravo e regia di Alvaro Piccardi il 4/8. A Taormina, al Teatro Antico, nell’ambito degli eventi c’è il 31/7 e il 2/8 L’opera dei 116, concerto spettacolo di Roberto De Simone. Rosa Di Lucia il 6/8 in Gardenia di Maricla Boggio. Confermati il 4/8 le “Rapsodie spagnole” di Ravel e i “Carmina Burana” di Orff. «Conto di recuperare nell’ambito di “Messina Autunno” Carmelo Bene e un ricordo di Enrico Maria Salerno», conclude Albertazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *